Argomenti

mercoledì 23 ottobre 2013

Sagre in Romagna: un itinerario goloso tra profumi e sapori.

Il weekend si avvicina e per chi desidera fare un viaggio o una vacanza in  Romagna, il periodo  delle feste e sagre,  è il momento migliore per un itinerario turistico non solo goloso ricco dei profumi e sapori (come il tartufo, le castagne ecc), di questa terra ma anche storico, culturale, spirituale e artistico.

Sagre in Romagna: un itinerario goloso tra  profumi e sapori.
Le sagre in Romagna si svolgono tutto l'anno e sono degli appuntamenti da non perdere perchè ricchi di fascino e suggestione, legati oltre che alla tradizione storica e religiosa ai prodotti tipici locali.
Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, in tutto l'entroterra romagnolo e nel Montefeltro, molte feste e sagre, sono dedicate al tartufo  il "Tuber magnatum pico”, ovvero il tartufo bianco, prezioso e prelibato tubero che nasce spontaneo in questa zona di Romagna e al "pane d'albero"  la castagna, i frutti  “dell'Albero del pane” ovvero il castagno.
Sagre in Romagna, Romagna itinerario goloso,romagna tra profumi e sapori,sagra del tartufo,sagra della castagna
sagre in romagna,romagna itinerario goloso,romagna tra profumi e sapori,sagra del tartufo,sagra della castagna
Gli appuntamenti per gli appassionati di queste specialità sono tanti, ma tra i paesi vi segnalo: Sant'Agata Feltria, Mondaino e Santarcangelo di Romagna, bellissimi borghi ricchi di storia e di leggende...scopriamoli! 
sagre in romagna,romagna itinerario goloso,romagna tra profumi e sapori,sagra del tartufo,sagra della castagnaIl 6 - 13 - 20 e il 27 ottobre 2013 al borgo di Sant'Agata Feltria, conosciuta anche come la Città del Tartufo",  si celebra la Fiera nazionale del tartufo bianco o trifola.
Per tutta la durata della manifestazione è possibile assistere a mostre culturali, intrattenimento e spettacoli vari e la piazza centrale del borgo si animerà di bancarelle, dove è possibile acquistare il tartufo bianco o nero ma anche i prodotti tipici di questa terra appenninica come il miele d'api, le castagne, i funghi, le erbe aromatiche, i formaggi ovini, bovini e caprini,  il "nettare degli dei" il vino Sangiovese e Cagnina, prodotti artigianali e artistici.
La  sagra è anche l'occasione giusta per visitare le attrazioni principali di questo borgo, come la Rocca Fregoso, costruita durante il decimo secolo e sistemata successivamente verso la fine del quindicesimo secolo; la chiesa di San Francesco, costruita durante il sedicesimo secolo o quella di San Girolamo nei pressi dell'omonimo convento, con l' interno in barocco e interessanti tele d'epoca; il palazzo comunale, che risale ai primi anni del seicento;  o  il Teatro Mariani, tutto in legno, che risale alla prima metà del settecento.
sagre in romagna,romagna itinerario goloso,romagna tra profumi e sapori,sagra del tartufo,sagra della castagnaIl  17 e il 24 novembre il borgo  di Mondaino, diventa il paese dei ghiottoni con due eventi gastronomici importanti: la mostra mercato del tartufo bianco e quella del Formaggio di Fossa delle colline riminesi. Durante la manifestazione è possibile gustare prodotti tipici locali come l'olio extra vergine di oliva, il miele, i salumi, le farine e i vini provenienti dalle produzioni locali ecc, assistere a concerti, spettacoli e naturalmente visitare il borgo.
Mondaino sorge su di una collina della media Valconca, immerso nel verde e nelle campagne dove un tempo pascolavano i daini, da qui il suo appellativo "monte dei daini". Caratteristica del paese è l'ottocentesca piazza semicircolare che ricorda un'arena (gli abitanti la chiamano affettuosamente “Padella”)  ed i vicoli del centro storico che portano a punti panoramici molto belli.
sagre in romagna,romagna itinerario goloso,romagna tra profumi e sapori,sagra del tartufo,sagra della castagnaE per finire Santarcangelo di Romagna, dove l'11 novembre si celebra   la Fiera di San Martino conosciuta anche come "la Fiera dei Becchi"  la cui peculiarità è la presenza dei  cantastorie, che si danno appuntamento ogni anno in occasione della Sagra Nazionale a loro dedicata e, delle "corna" appese sotto l'Arco della centralissima piazza Ganganelli che dovrebbero segnalare, oscillando, se la persona che vi passa sotto in quel momento è stata vittima del tradimento del compagno/a, oltre naturalmente al cibo, delizie enogastronomiche provenienti da ogni parte d'Italia, dalla Sicilia al Trentino, dalla piadina ( imperdibile il palio della Piadina, aperto a tutti, rigorosamente persone non-professioniste alle prese con farina e mattarello) fino alla polenta, ecc.
Queste sono solo alcune delle feste e delle sagre di questo periodo,  per maggiori informazioni vi invito a cliccare sul link del portale www.rivieraromagnola.net dove troverete gli itinerari e gli approfondimenti sulla maggior parte delle località citate... che altro dire, se non buone sagre a tutti in Romagna!

Leggi anche:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...