Argomenti

lunedì 2 settembre 2013

Festa medievale a Cava dei Tirreni Salerno

Si è conclusa ieri, 1 settembre la 7ª edizione della “Festa Medioevale” al borgo del Corpo di Cava dei Tirreni in provincia di Salerno, un viaggio a ritroso nel tempo, due giorni (31 agosto-1 settembre 2013), in cui  si è potuto rivivere nel borgo un evento storico e religioso molto importante per la nascita di questa città, Cava, con l’arrivo di Papa Urbano II nel 1092 alla Badia e la sua consacrazione, il tutto naturalmente arricchito da degustazione di pietanze e bevande tipiche, musiche, danze, banchetti e animazioni....

Le feste medievali sono celebrazioni che si organizzano  in paesi e cittadine di provincia, in Italia ma anche in Europa, che fanno rivivere un avvenimento di carattere religioso, politico, militare, con i divertimenti e la vita quotidiana dei popolani nel Medioevo, e oggi, vi racconterò proprio della meravigliosa serata di sabato, trascorsa nel Corpo del borgo di Cava dei Tirreni e in questa festa medievale. 
Ma prima di iniziare a mostrarvi qualche foto, facciamo un viaggio o tuffo nel passato davvero affascinate e intrigante di questa che è la frazione più antica della città di Cava di Tirreni, da cui dista circa 3 chilometri e... ritorniamo quindi indietro nel tempo e alla sua nascita! 
Immagine badia corpo cava.JPG
La costruzione del Villaggio fu voluta da S.Alferio Pappacarbone fondatore del monastero benedettino della SS. Trinità nel 1011, "Badia Benedettina", motivo per cui l’antico Borgo viene comunemente chiamato anche “Badia”. da su cui si erge imponente la Rocca, da cui ha preso poi origine la città.
Il Borgo era l'Antica sede del "corpo" dei magistrati del territorio e nel 1092 divenne un villaggio per disposizione di San Pietro I, ragione per cui  vi si trasferirono gli abitanti della vallata, i magistrati del territorio e i funzionari dell'Abbazia. Abbazia Benedettina che il Papa Urbano II consacrò  Il il 5 settembre del 1092,  anno in cui,  il villaggio fu anche circondato da mura con tre porte ed otto torrioni di difesa, per salvare i cittadini dagli attacchi dei briganti.
31-08-13_1857.jpgFortificazioni che furono col tempo demolite e ricostruite da Manfredi, Re di Napoli e Sicilia, figlio di Federico II, che nel 1265, durante la guerra tra Svevi ed Angioini, vi si rifugiò, oggi il  Borgo conserva ancora la quasi totalità delle mura di fortificazione del XI e XIII sec. 
In occasione della “Festa Medioevale”, il Borgo del Corpo di Cava torna a rivivere la magia di quel periodo e diventa un palcoscenico storico dove gli abitanti del luogo gli attori protagonisti  per due giorni di questo evento storico e religioso, aprono le loro case e i cortili per raccontare la storia di questo incontro,  il tutto contornato dalla musica, dalla danza, dalle usanze, dai giochi dell'epoca ed altro ancora.
31-08-13_1854.jpg31-08-13_1852.jpg
Ma iniziamo subito il nostro viaggio indietro nel tempo ... in un borgo moderno che per due giorni si è proiettato indietro nella sua storia e ha fatto rivivere ai visitatori e agli abitanti stessi, nella suggestione di un passato lontano... i mestieri e le usanze dell’Età di mezzo.
31-08-13_1855.jpg31-08-13_1856.jpg
31-08-13_1901.jpgDopo aver parcheggiato l'auto nell'area destinata, ci siamo incamminati 31-08-13_1858.jpgverso il borgo... strada  da cui è possibile ammirare un panorama fantastico e suggestivo, fino ad arrivare al primo stand introduttivo al percorso storico e alla rocca, nel cui parco è stato allestito l' accampamento militare  ...
31-08-13_1934.jpg31-08-13_1939.jpg
 e  devo dire che è stato davvero emozionante visitarlo, perchè davvero ricco di tante scene di vita medievale. Nè mostrerò solo una parte, ma credo che le foto non rendano l'idea e la suggestione che questo immenso palcoscenico è riuscito a creare, dove gli attori principali erano i figuranti, i paesani e i visitatori stessi.. sembrava di essere stati proiettati tutti indietro nel tempo ... dimostrazioni di tiro con l’arco, di balestre, di lance e di spade...
con duelli, combattimenti e risse...
31-08-13_1903.jpg31-08-13_1902.jpg 
Un accampamento ricco di particolari dove non poteva mancare il ponte in legno, la macina, la gabbia di ferro con il condannato rinchiuso,
31-08-13_1944.jpg31-08-13_1945.jpg31-08-13_2306.jpg il  Fabbro Ferraio, Li Panettieri et mugnari... una magia medioevale davvero suggestiva e impressionante che 
31-08-13_1905.jpgci ha accompagnato anche attraverso l'intreccio di vicoli e piazzette del borgo dove ogni strada e angolo riservava una sorpresa musici, giocolieri, artisti medioevali, mangia fuochi, artigiani nella rappresentazione degli antichi mestieri, banchetti per la degustazione di pietanze e bevande tipiche, servite in apposite ciotole e bicchieri di terracotta... ma questo ve lo racconterò nel prossimo post ...

Leggi anche 
Nel Borgo del Corpo di Cava dei Tirreni, nelle case e nelle piazze, per la festa medievale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...